******************************************

ATTIVITA' TEMPORANEAMENTE SOSPESA
IN ATTESA DI UNA NUOVA LOCALIZZAZIONE

******************************************



CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU'



NUOVA SEDE
via Quadro, 23 - 21012 - Cassano Magnago (Va)

Telefono: 0331.280866
E-Mail: bottegadelsole@coopsocialegaribaldi.org

orari di apertura:

venerdì
dalle 15,30 alle 18,30

sabato
dalle 9,30 alle 12,00
dalle 15,30 alle 18,30


INCONTRI EQUOSOLIDALI
16 febbraio 2008
Incontri equosolidali con le scolaresche cassanesi

Sono arrivati i nuovi prodotti:
dall'India giochi per i piccoli,
dal
Bangladesh articoli di cesteria ed articoli in terracotta,
dal
Salvador oggetti in ceramica,
la pasta, i legumi ed il vino di
LIBERA TERRA.

Vasta disponibilità di articoli per ricorrenze varie
e confezioni regalo per tutte le occasioni.

Dal 28 settembre 2003 a Cassano Magnago è aperta la

clicca sulle immagini
per ingrandire il manifesto dell'inaugurazione

Il Circolo "La Mimosa" e la “Bottega del Sole Equosolidale
di Cassano Magnago promuovono una serie di incontri
su tematiche varie, per favorire uno scambio di opinioni
e riflessioni, in un clima di amicizia, confronto e solidarietà.

Gli incontri avranno luogo presso
la “Bottega del Sole Equosolidale”
della Cooperativa Sociale Garibaldi
di Cassano Magnago in via Matteotti, 41.

per informazioni:
Rosetta: 0331.619777
Silvana: 0331.203635
Antonella: 0331.202321
E-mail: mimosa-cm@katamail.com


1° INCONTRO
Sabato 10 giugno 2006, ore 16
DEFINIZIONE DI DONNA

Viaggio nel pensiero dei filosofi, per sorprenderci,
in modo semiserio, di ciò che hanno detto di noi.
Relatrice: Prof.ssa Lella Rossetti

2° INCONTRO
Sabato 17 giugno 2006, ore 16
STREGHE SENZA VELI

Percorso storico per scoprire quante donne in Europa
sono state condannate al rogo,
per rivedere il nostro passato e condividere i nostri silenzi.
Relatrice: Prof.ssa Lella Rossetti

clicca sulle immagini per ingrandirle


Di recente acquisizione da parte della Bottega del Sole, è l’artigianato proveniente da progetti di El Salvador e del Guatemala (America latina).
Cuscatlan’ o ‘terrà della felicità’, così si chiamava El Salvador, prima della conquista-scoperta dell’America nel 1492.
Gli abitanti i Pilipes ed i Lenca, discendenti dei Maya, subirono pesanti abusi da parte dei Conquistadores.
Oggi le ripercussioni di quella conquista sono ancora fortemente palpabili.
Soprattutto dal punto di vista economico.
Una forte crisi ha infatti investito El Salvador a causa del sistema economico di tipo neoliberale che aggrava ogni giorno la precaria situazione del paese.
Il lavoro artigianale, è una risposta concreta e possibile ai molti problemi sociali oltre che economici.
Esiste uno sforzo per una produzione coordinata in cui lavoratori, organizzati in laboratori familiari o comunitari, mantengono la loro autonomia e specifità, ottenendo più economicamente le materie prime, producendo con maggior facilità i loro manufatti e reperendo in modo comunitario tutti i mercati possibili.
La Bottega del Sole, accogliendo i manufatti di questi progetti vuole dar loro voce offrendo la possibilità di trovare altri mercati.

Nota sulla produzione artigianale
Tutto il Centro America è ricco di artigianato, in cui si combinano le antiche conoscenze naturali dei Maya-Cuscatleco con elementi dell’invasione spagnola.
El Salvador ha una forte tradizione artigianale, intesa anche come forma di espressione popolare.
Produzioni per lo più di tipo familiare e casalingo, ovvero confezionate manualmente, che oggi rappresentano una forma di sussistenza economica e di tradizione.
E’ un modo infatti per tramandare l’arte originale, e mantenere la propria identità.


Visite guidate delle scolaresche cassanesi
alla "Bottega del Sole"

marzo 2004

Clicca qui per vedere la scheda dell'inaugurazione della "Bottega del Sole"

...

GIORNATA EQUOSOLIDALE ALLA COOP SOCIALE GARIBALDI DI CASSANO MAGNAGO (VA)
Inaugurata la “Bottega del Sole – Equosolidale”

Giornata all’insegna della solidarietà, quella organizzata domenica 28 settembre dalla Cooperativa Sociale Garibaldi di Cassano Magnago (Va), dapprima riproponendo l’iniziativa “Il cortile dei piccoli mercanti”, giunta alla quarta domenica con sempre maggiore successo, occasione per i ragazzi di scambiare e vendere i propri oggetti (giocattoli, libri, adesivi, ecc.) in piena autonomia, contribuendo alla raccolta fondi per il progetto Cernobyl.

Inoltre, nelle vie adiacenti al Circolo, erano presenti alcuni stands di botteghe del commercio equo e solidale, di hobbysti e di associazioni culturali e di volontariato locali, mentre nel cortile sono state allestite una mostra sul commercio equo e solidale ed una, fotografica, a tema, sul problema “acqua” che hanno sollecitato l’interesse del numeroso pubblico presente all’iniziativa.

Momento centrale della mattinata, l’inaugurazione della “Bottega del Sole – Equosolidale” che è stata preceduta da un incontro pubblico coordinato da Eugenia Beretta e dai dirigenti de “La Bottega Eco-Solidale” di Sesto S. Giovanni, nel quale si sono affrontate le problematiche legate al commercio equo e solidale, e si è sottolineato il ruolo importante del coinvolgimento delle scuole in progetti per aiutare le nuove generazioni a crescere con maggiore sensibilità alle condizioni di vita dei paesi del terzo mondo.

Al dibattito ha portato il proprio contributo Gianni Gaboardi, Presidente dell’Associazione Regionale Circoli Cooperativi Lombardi, che ha evidenziato la scelta coraggiosa della Cooperativa Sociale Garibaldi, di aprire nei propri ambienti un punto vendita del commercio equo, poiché solo coinvolgendo le persone nelle piccole azioni quotidiane, quale può essere l’acquisto, si può contribuire all’affermarsi di un atteggiamento che faccia riferimento ai principi fondamentali di equità e solidarietà.

Importante per l’avvio di questa esperienza, è stata la disponibilità dell’associazione socio-culturale Circolo “La Mimosa” di Cassano Magnago che, sensibile alle tematiche di cooperazione e solidarietà, ha raccolto l’invito del Presidente della Cooperativa Sociale Garibaldi, Adriano Montagnoli, a continuare nella collaborazione e contribuire alla crescita di questo progetto,in considerazione anche dell’interesse espresso dalle persone che hanno partecipato nell’arco della giornata all’intera manifestazione che ha riscosso un notevole successo di pubblico e di consensi.

torna all'inizio della pagina